Pitta di patate - lacucinapugliese

Pitta di patate

Uno dei piatti tradizionali della cucina salentina è la Pitta di patate!

La Pitta di patate è una pietanza davvero speciale perchè le sue origini sono quelle di una cucina povera contadina!

Il termine “pitta" deriva da “pittata o dipinta“, questo perché in origine la sua superficie prevedeva dei decori.

Si tratta di una specie di pizza rustica composta da due morbidi strati di patate che racchiudono un ripieno a base di cipolla, pomodori, capperi, olive nere, una piccola aggiunta di formaggio pecorino e l’immancabile re di tutti i nostri piatti, ovvero l’olio evo!

Ma come tutti i piatti della tradizione, in ogni famiglia ne viene conservata“la ricetta”, che può avere piccole varianti ma la sostanza è sempre la stessa. In questo caso io propongo, nel ripieno, l'aggiunta di mortadella e filato.

Semplice da preparare, si può consumare calda dopo un breve riposo, ma l’ideale è mangiarla fredda quando gli ingredienti si sono rassodati.

Servito con un contorno di verdure, diverrà uno straordinario piatto unico che sprigionerà tutti i sapori del Salento.

Vi lascio la ricetta!

INGREDIENTI

  • 1 kg di patate;
  • 1 barattolo di pomodori pelati;
  • 1 cipolla;
  • olio extravergine d'oliva;
  • 1 uovo;
  • formaggio pecorino grattugiato;
  • 40 gr olive nere;
  • 15 gr pangrattato;
  • 35 gr capperi;
  • qualche fetta di mortadella;
  • qualche fetta di filato;
  • q.b sale;
  • q.b pepe;
  • basilico fresco.

PREPARAZIONE

  1. Per prima cosa lavate le patate e mettetele a lessare in una pentola coprendole di acqua fredda. Fatele cuocere per circa un’ora.
  2. Appena cotte scolatele e pelatele.
  3. Passate le patate allo schiacciapatate e riducete il tutto in purea. Lasciate raffreddare.
  4. Intanto preparate il sughetto:
    In una padella con l'olio evo, fate rosolare la cipolla tagliata a rondelle.
  5. Dopo qualche minuti unite i capperi dissalati, le olive nere, i pomodori pelati e qualche fogliolina di basilico.
  6. Cuocete per una decina di minuti mescolando di tanto in tanto e sistemando di sale e pepe.
    A cottura ultimata, mettete da parte a raffreddare.
  7. Ora riprendete la purea di patate ormai raffreddata e aggiungete un uovo intero, il formaggio pecorino grattugiato, un pizzico di sale e circa due cucchiai di sughetto: lavorate con le mani per rendere il composto omogeneo.
  8. Quando il sugo e l'impasto a base di patate saranno freddi iniziare a comporre la pitta: imburrare una pirofila antiaderente e distribuitevi, in uno strato uniforme e non troppo alto (circa 1 cm e mezzo), metà impasto di patate.
  9. Versate la salsa di cipolla su tutta la superficie, qualche fetta di mortadella e qualche fetta di filato e ricoprite con il restante impasto di patate.
  10. Ungete con poco olio e ricoprite con il pangrattato.
  11. Cuocete a 200 °C per circa 30 minuti (fino ad ottenere una crosticina ben dorata in superficie).

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*