Le Pettole - cucinapugliese

Le Pettole

Uno dei piatti tipici della gastronomia pugliese sono Le Pettole!

Le Pettole (chiamate anche pittule, pittole, pèttole, pèttule) fanno parte dell'antica tradizione culinaria pugliese, tramandata dalle nonne.

L'origine di questo piatto va ricercata nella tradizione contadina dove, per l’appunto, trionfano gli ingredienti poveri, ma ricchi di gusto!

˙·٠•●♥ Ƹ̵̡Ӝ̵̨̄Ʒ ♥●•٠·˙

COSA SONO

Le Pettole sono sfiziose palline di pasta lievitata, fritte in abbondante olio caldo.

La tradizione vuole che vengano servite rigorosamente calde per apprezzare il contrasto tra la morbida pasta e la crosticina dorata e croccante esterna.

Di solito vengono gustate come antipasto, oppure durante una portata e l’altra (nella versione salata, riempite cioè con acciughe, pomodorini e capperi oppure con olive, baccalà, o verdure), o alla fine del pasto, ricoperte di miele o di zucchero.

Pettole dolci
Pettole dolci

˙·٠•●♥ Ƹ̵̡Ӝ̵̨̄Ʒ ♥●•٠·˙

Le Pettole, in genere, sono preparate in tutte le provincie pugliesi e il alcune zone della Basilicata: a Lecce si preparano in occasione di San Martino, a Taranto il giorno di Santa Cecilia, a Brindisi il 7 e l’8 dicembre per l’Immacolata e a Foggia per la vigilia di Natale… ma per quanto sono deliziose, ormai, si trovano tutto l'anno!

Sono semplicissime da preparare e davvero irresistibili! Amate da tutti, grandi e piccini!

Vi lascio la ricetta!

CONSIGLIO:
Le pettole in versione salata possono essere arricchite (nell'impasto) anche con acciughe, pomodorini e capperi oppure con olive, baccalà, o verdure capperi, zucchine o pancetta.

PER 6-8 PERSONE:

INGREDIENTI

PER L'IMPASTO:

  • 500 gr di farina;
  • 360-400 ml acqua tiepida;
  • mezzo cubetto di lievito di birra;
  • 1 cucchiaio di sale.

PER FRIGGERE:

  • q.b olio di semi

PER LA VERSIONE DOLCE:

  • q.b zucchero o miele

PREPARAZIONE

  1. Per preparare le Pettole iniziate col lo sciogliere il lievito con dell’acqua tiepida in una terrina.
  2. Incorporare la farina e un pizzico di sale.
  3. Lavorate energicamente con le mani fino a ottenere un impasto liscio, omogeneo, appiccicoso e di consistenza quasi cremosa.
  4. Lasciate riposare e lievitare per un paio d’ore l’impasto coperto da un canovaccio fino a quando il suo volume si sarà raddoppiato e saranno comparse delle bolle d’aria.
  5. A lievitazione avvenuta, prendete dell’impasto aiutandovi con un cucchiaio unto di olio e con il dito o un’altro cucchiaio aiutatevi per far cadere la pasta nell’olio bollente.
  6. In una padella per friggere, aggiungete abbondante olio di semi e fatelo riscaldare.
  7. Friggete le pettole sino a farle dorare da tutti i lati e poi mettetele a scolare su carta assorbente.
  8. Per la versione dolce, le pettole andranno rotolate nello zucchero semolato oppure cosparse di miele non appena tolte dall'olio bollente!

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*